SEQUENZA PRIMAVERA

Lo yoga in primavera ti aiuta a ritrovare armonia e benessere. Infatti durante l’inverno il nostro corpo tende a diventare pigro. Mangiamo di più? Ci muoviamo meno? Prendiamo qualche kilo di troppo?  L’arrivo della Primavera segna, invece, una rinascita sia per la mente che per l’anima. Ovviamente anche il corpo trova giovamento da questo risveglio e si crea un nuovo equilibrio in noi stessi. Hai presente quando ti svegli la mattina, apri la finestra, alzi la tapparella e dai il buongiorno al mondo? Ecco, immagina che la Primavera fosse proprio così. Un nuovo Buongiorno al mondo! Cambia la tua alimentazione, le tue abitudini e pratica Yoga per attenderla al meglio.

Depurarsi dopo l’inverno: consigli pratici

  • Mangiare frutta e verdura fresca di stagione,
  • salutare i cibi ricchi di grassi come le fritture e gli insaccati,
  • prediligere cereali e legumi per un supplemento di magnesio,
  • mangiare fragole e tutti i vari frutti rossi che aiutano a depurare l’organismo,
  • scegliere cavoli e cipolle sia per il loro potere antiossidante che per acquisire nuove energie,
  • bere acqua calda prima e dopo ogni pasto [anche dopo il caffè],
  • bere succhi di frutta [non industriali] e tisane tiepide [con tarassaco, cicoria e cardo mariano] per rimuovere le tossine che si sono accumulate durante l’inverno,
  • evitare bevande gassate,
  • non mettere lo zucchero nel caffè,
  • mangiare frutta per merenda,
  • fare sport,
  • praticare yoga,
  • tenere sotto controllo l’intestino,
  • prendersi il proprio tempo!

Come ci può aiutare lo yoga

Lo yoga ci aiuta a salutare questa nuova stagione tanto attesa dopo un lungo e freddo inverno, alcune asana favoriscono il rinnovamento psico-fisico e, grazie alla pratica, siamo così pronte per Primavera!

  • Praticare yoga all’aria aperta, in mezzo alla natura o in spiaggia,
  • cercare regolarità quotidiana nella pratica,
  • iniziare con una serie soft e aumentarne gradatamente il ritmo,
  • non dimenticare mai di sorridere mentre si pratica. Lo yoga non è un obbligo ma un piacere. Lo yoga ti aiuta a ritrovare il tuo benessere giorno dopo giorno,
  • fare prima qualche asana in piedi per rafforzare il corpo,
  • prediligere le posizioni di torsione che aiutano nella depurazione e gli inarcamenti che stimolano le ghiandole surrenali,
  • fare asana che fanno lavorare gli addominali e stimolano nuova energia,
  • tenere sempre sotto controllo il respiro,
  • concedersi il rilassamento finale.

LEGGI ANCHE: LE MIGLIORI POSIZIONI YOGA PER LA PRIMAVERA

Alcuni asana consigliate per la Primavera

Durante la Primavera lo yoga ci aiuta a dare energia al nostro corpo, ad attivarlo e stimolarlo, a rimuovere le tossine che si sono accumulate durante l‘inverno e a riscaldare la nostra anima. Ecco una sequenza yoga che ti consiglio per la bella stagione.

Inizia con alcune posizioni in piedi come: Virabhadrasana I e II [posizioni del guerriero esultante e orgoglioso]. La prima dona vigore e agilità al corpo e alla mente, la seconda dona equilibrio e centratura.

Virabhadrasana I: dalla posizione della montagna, piega le braccia al petto e, con un saltello, allarga le gambe di un metro e mezzo circa. Apri le braccia e, facendo perno sul tallone, gira il piede sinistro in dentro e il destro in fuori. Inspira, alza le braccia e unisci i palmi. Ruota il busto, la testa e le braccia verso la direzione della gamba destra. Allungati verso l’alto e spingendo bene i piedi a terra piega la gamba destra a squadra con la coscia parallela al pavimento. L’altra gamba resta tesa mentre braccia, schiena e testa vanno verso l’alto. Mantieni la posizione per qualche respiro e poi cambia lato.

Virabhadrasana

Virabhadrasana II: dalla posizione della montagna, divarica le gambe con un saltello e apri le braccia all’altezza delle spalle. Mantieni le braccia forti e le dita delle mani ben allungate, gira il piede sinistro in dentro e il destro in fuori. Piega il ginocchio destro a angolo retto e gira la testa per guardare la mano destra. Respirando fai si che la linea meridiana resti sempre perpendicolare al pavimento. Dopo qualche respiro procedi con l’altro lato.
Continua con la pozione del triangolo, Utthita Trikonasana, che può essere fatta in diverse varianti. Questa stimola le funzioni digestive, migliora la circolazione del sangue e dona forza.

Dalla posizione della montagna, divarica i piedi e apri le braccia con il palmo della mano rivolto verso il basso. Gira il piede sinistro in dentro di 30 gradi e il destro in fuori di 90. Espira e sposta il bacino a sinistra allungandoti di lato sopra la gamba destra. Appoggia la mano destra a terra dietro la gamba e alza il braccio sinistro in alto in linea con il destro. Il tuo sguardo è rivolto verso il soffitto, verso il palmo della mano sinistra. Cerca di aprire il torace, mantieni le gambe tese e rilassa collo, gola e viso. Fai la posizione anche dall’altro lato.
Tra le posizioni in piedi e quelle distese ti aspetta un’asana di tonificazione e rafforzamento: Utkatasana, la sedia. Fletti il corpo in avanti e porta le mani a terra. Petto e cosce si toccano con le gambe piegate. Alza il busto lasciando le gambe piegate come se fossi seduta su una sedia.

Passa a terra, ora è il momento di Vajrasana, la posizione della salute. Questa asana favorisce la concentrazione ed è perfetta da fare prima di iniziare la sequenza a terra. Mettiti in ginocchio seduta sui piedi, appoggia le mani sulle cosce e mantieni la schiena dritta.Guarda dritto davanti a te senza irrigidire il collo. Una posizione da seduta da fare in Primavera è Navasana, la barca. Questa asana stimola l’energia e dona vitalità. Da seduta solleva i piedi, fletti le gambe e porta le ginocchia al petto. Le braccia, al lato delle gambe, sono distese e con i palmi verso l’interno. Mantieni questa pozione per alcuni respiri senza incurvare la schiena.

Passa a un paio di inarcamenti con la posizione del cobra e quella del serpente. Per Bhujangasana, distenditi a pancia sotto, sistema le mani ai lati del torace e all’altezza del seno, striscia sul pavimento naso, bocca e mento per portare la testa all’indietro. Punta i piedi, solleva anche il busto tenendo i gomiti vicino e le braccia piegate. Resta per 3 respiri e poi sciogli prima di ripeterla 2 volte. Per Sarpasana, invece, sempre a pancia sotto, unisci i palmi delle mani dietro la schiena e mantieni le braccia allungate. Qui anche le punte dei piedi toccano terra. Contemporaneamente alza testa all’indietro, il busto da terra e mantieni la posizione per qualche respiro. Sciogli tutto e, se te la senti, alla prossima ispirazione alza anche le braccia e i piedi da terra, mantenendoli uniti.

Una posizione perfetta per ritrovare il sorriso e la gioia della pratica primaverile è Simhasana, l’asana del leone. Scarica la rabbia e le tensioni e ha un effetto disintossicante sul fegato. Seduta con gambe incrociate, appoggia le mani sulle ginocchia e chiudi gli occhi. Inspira profondamente ed espirando apri gli occhi, rivolgi lo sguardo in alto, tira fuori la lingua, apri le dita delle mani e fai un verso tipo “Ahhhhhhh”. Tira fuori il leone che è in te per 5 volte!

Prima di rilassarti, sdraiati e prosegui con Jathara Parivartanasana, una torsione da terra per aprire il torace e disintossicare il corpo. Sdraiati sulla schiena con gambe dritte e braccia lungo i fianchi. Inspira e apri le braccia all’altezza delle spalle. Con una nuova inspirazione, solleva le gambe perpendicolari al pavimento ed espirando portale di lato e appoggiale a terra. Ruota la testa dalla parte opposta alle gambe, resta con le spalle appoggiate al pavimento e mantieni la posizione per 10 respiri profondi prima di girarti dall’altro lato.

E’ giunto il momento di Savasana, il rilassamento. Anche il nostro spirito ha bisogno di essere ricaricato. Sdraiati a pancia in su con braccia lungo i fianchi, palmi delle mano rivolte verso l’alto e gambe leggermente divaricate con i piedi verso l’esterno. Chiudi gli occhi, mantieni la bocca morbida e abbandonati nella posizione del cadavere.

Savasana

La Primavera è il periodo perfetto per migliorare l’autostima e la fiducia in se stessi: sii regolare nella pratica e gradualmente aumenta il numero dei respiri in ogni posizione. Ascolta il tuo corpo e prenditi il tuo tempo. Prediligi la pratica mattutina e porta pazienza se le posizioni non ti vengono subito alla perfezione. Si migliora solo con la pratica e la costanza quotidiana. Ricordati sempre di sorridere e di essere positiva!

Buon risveglio di Primavera!

The following two tabs change content below.
Laureata in Economia del Turismo a Rimini nel 2009, dovendomi buttare nel mondo del lavoro ho capito che l’economia non faceva per me ma il turismo si. Emigrando dalle Marche alla Toscana, nel 2010, ho iniziato a lavorare nel Web Marketing Turistico, specializzandomi nel Social Media Marketing all’interno di un Tour Operator, per tre anni. Viaggi e web 2.0 sono la mia più grande passione e il mio lavoro. Travel Writer e Travel Blogger Freelance con un’attenzione particolare alle buone pratiche di Turismo Responsabile, Sostenibile, al mondo dello yoga e a tutto ciò che è Eco. Un Acquario in bilico tra vita reale e sogni ?