yoga gravidanza

Lo yoga è una pratica che fa bene a mente, corpo e spirito. Anche durante la gravidanza praticare yoga è molto consigliato.

Benefici dello yoga in gravidanza

  • Riduce l’ansia e lo stress. Durante la gravidanza si attraversa una fase di cambiamento interiore e esteriore ed è normale avere ansia e paura. Non sappiamo cosa ci aspetta e i racconti di molte amiche non sono così rassicuranti.
  • Rafforza il corpo. Il peso del pancione, soprattutto nell’ultimo trimestre, grava sulle gambe che si stancano prima e fa insorgere il mal di schiena. Lo yoga aiuta a rendere più forte il nostro corpo e ad equilibrarlo.
  • Aiuta l’apparato digestivo. In ogni trimestre si può andare incontro ad un problema differente. Nausea, vomito, stitichezza? Grazie alla pratica fisica questi problemi si possono risolvere o, almeno, migliorare.
  • Ti fa concentrare sul respiro. Durante la gravidanza è molto importante respirare profondamente, rilassarsi, meditare. Le asana yoga che si possono fare durante questo periodo mirano proprio a questo.

Cosa mangiare durante la gravidanza se si pratica yoga

Pasta, verdure, carne, optare per una dieta vegetariana? Mille domande in testa, soprattutto in gravidanza, non è vero?
Ecco allora qualche consiglio per non perdere di vista il proprio obiettivo: la tua salute e quella del tuo bambino.

  • Prima di praticare yoga non mangiare cibi pesanti e non ti concedere porzioni abbondanti. Sarebbe meglio fare yoga con lo stomaco vuoto in modo da non sentirsi appesantiti e riuscire anche a respirare meglio.
  • A metà mattinata e nel pomeriggio concediti un piccolo spuntino fatto di frutta, ideale una centrifuga o un’estrazione di frutta fresca, o frutta secca che ti donerà energie per un tempo più lungo. Indicato anche un pezzetto di cioccolato fondente se hai bisogno di zuccheri immediati.
  • Mantenere una dieta equilibrata tra carboidrati, proteine e grassi. Non esagerare con niente, non togliere nulla.
  • Prediligere cereali, come pasta e pane, integrali che, rispetto a quelli raffinati, rilasciano energia lentamente e ti faranno sentire sazia più a lungo.
  • Mangia tantissima frutta e verdura e se non la cuoci ricordati di lavare bene tutto con il bicarbonato. I cibi crudi in gravidanza hanno bisogno di un’attenzione in più per non andare incontro alla toxoplasmosi, un’infezione che può essere pericolosa per il bambino.
  • Dopo la tua lezione di yoga non abbuffarti ma concediti una merenda che servirà per reintegrare i minerali persi. Se è estate prediligi un bel centrifugato di frutta e verdura, se invece sei vicino a uno dei pasti principali cucinati un buon piatto di riso integrale, farro oppure orzo.
  • I legumi sono dei buoni alleati! Soprattutto per chi pratica yoga in gravidanza aiutano a ripristinare la struttura muscolare.
  • Lo yoga ti aiuta ad ascoltare il tuo corpo. Perciò anche per quanto riguarda il cibo impara a capire di cosa hai bisogno, cosa ti fa sentire meglio e di cosa, almeno in questi 9 mesi, puoi fare a meno perché magari troppo grasso o pesante.
  • La dieta di una gravida non contiene alcool e limita le bevande gasate e zuccherose. Una pratica quotidiana e un esercizio fisico costante, ti aiuteranno a non sentire il bisogno di questi drink 🙂 Se poi una volta al mille ti vuoi mangiare una pizza e ti mancano le tue vecchie abitudini … concediti una birra analcolica. Lo so il sapore è completamente differente ma in tutto questo processo e questo cambiamento la testa è fondamentale. Convinciti che lo fai per voi…e anche il gusto della birra analcolica sarà divino! Durante la giornata ricordati, però, di bere sempre tanta acqua.
  • In particolare, durante la gravidanza, sono altamente sconsigliati i cibi rajasici [caffè, cibi troppo speziati, sigarette, medicinali] cioè quelli che eccitano il corpo e lo portano ad uno stato di agitazione.
  • Super consigliati, invece, i cibi sattvici [frutta, verdura, yogurt, latticini freschi, cereali, frutta secca] che non appesantiscono il corpo, rendono la mente pronta per la meditazione e, se mangiati con equilibrio, non fanno prendere peso.
  • Mangia a piccoli bocconi e mastica molto. Questo ti aiuterà anche a sentirti più sazia mangiando meno. Mangia poco e spesso, no alle abbuffate e all’accesso di zuccheri e grassi e si ai pasti ben bilanciati.
  • In gravidanza, soprattutto dal secondo trimestre, impara a pesarti tutte le settimane per tenere sotto controllo il tuo aumento di peso. L’ideale sarebbe prendere massimo 12 kg durante i 9 mesi e, in caso di aumento rapido e gonfiore, consulta subito la tua ginecologa. Lo yoga ti aiuterà a mantenerti in forma!
  • L’ultima guna, categoria secondo la quale vengono suddivisi i cibi nell’alimentazione yoga in base al prana, energia, è il cibo tamasico [carne, pesce, uova]. Questo porta energia positiva se è bio e cruelty free ma, al tempo stesso, ostacola la concentrazione. Quindi non eccedere.
  • Ricordati di vivere la gravidanza come un momento della vita bellissimo, un cambiamento unico che ti farà sentire ancora più donna. Qualsiasi cibo che metterai sulla tua tavola compralo e cucinalo con amore. Mangia lentamente e non vedere questo tuo momento come una privazione totale. Tu stai solo cercando di mangiare bene e di fare pratica per te e per tuo figlio! Mettici il sorriso anche quando mangi e la connessione con il tuo piccolo sarà ancora più semplice 😉

Quale asana non fare in gravidanza

Durante la gravidanza non tutto è permesso. O meglio non tutto è consigliato, come ti abbiamo spiegato qui!

Il mio suggerimento è di interrompere la pratica, se già sei uno yogi, durante il primo trimestre di gravidanza. Questo è un periodo molto delicato e magari, visti gli sbalzi ormonali, un pò di yoga ti farebbe anche bene ma a me, ad esempio dava fastidio. Ero completamente nauseata e fare yoga, o qualsiasi altro movimento, mi faceva stare peggio. Ma ovviamente questo è molto soggettivo.

Passato questo trimestre si entra in un periodo meraviglioso in cui si riacquistano tutte le energie e la voglia di fare!

Ecco cosa evitare nello yoga in gravidanza:

  • posizioni a pancia sotto,
  • asana in cui si può facilmente perdere l’equilibrio e cadere,
  • salti nei passaggi intermedi,
  • torsioni eccessive, piegamenti all’indietro e inversioni,
  • respiri forzati.Ed ecco su cosa, invece, concentrarsi:
  • respirazione e meditazione in modo da ridurre lo stress. Una giusta respirazione ti aiuterà anche ad alleviare il dolore delle contrazioni durante il travaglio!
  • Posizioni di rilassamento,
  • posizioni supine con l’aiuto di cuscini di appoggio,
  • lasciare sempre spazio al tuo bebè durante le asana!

Se non hai mai praticato o se sei alle prime armi frequenta un corso di yoga in gravidanza anziché prediligere il fai-da-te. Ti servirà per non fare movimenti scorretti ma anche per conoscere altre future mamme come te!

The following two tabs change content below.
Laureata in Economia del Turismo a Rimini nel 2009, dovendomi buttare nel mondo del lavoro ho capito che l’economia non faceva per me ma il turismo si. Emigrando dalle Marche alla Toscana, nel 2010, ho iniziato a lavorare nel Web Marketing Turistico, specializzandomi nel Social Media Marketing all’interno di un Tour Operator, per tre anni. Viaggi e web 2.0 sono la mia più grande passione e il mio lavoro. Travel Writer e Travel Blogger Freelance con un’attenzione particolare alle buone pratiche di Turismo Responsabile, Sostenibile, al mondo dello yoga e a tutto ciò che è Eco. Un Acquario in bilico tra vita reale e sogni ?