yoga estate

Yoga in estate: perchè no?

Che bella l’estate con le sue lunghe giornate, il calore sulla pelle e la voglia di stare fuori. L’estate è fatta per condividere le esperienze, la vita, le gioie, gli amori e davvero tutto. La tendenza di noi Yogi ad essere “troppo” sani o “troppo” in generale viene accolta da un’estate in cui la voglia di aprirsi a noi stessi ed agli altri è un passo di accettazione e nuova serenità. Lo Yoga in tutte le sue forme é un ottimo strumento per vivere questa stagione ancora meglio attraverso la pratica fuori e dentro dal tappetino. Per celebrare la luce é necessario costruire un posto sicuro dove trovare fiducia in se stessi, apertura di mente e cuore, liberare le tensioni e trasformare il caos della vita attiva in un momento di rinascita e relax.

Dopo la pratica primaverile dedicata alla pulizia e al riequilibrio del corpo, per una pratica estiva le Asana da praticare sono proprio quelle che aiutano il processo di fioritura del nostro spirito alla luce e alla gioia.

Apertura delle spalle

Dopo un inverno spesso passato a lavorare al computer o con una cattiva postura, le posizioni che aprono e sciolgono le tensioni delle spalle sono ottime per riprendere il nostro posto naturale nel mondo. E quindi inseriamo nella nostra pratica estiva Gomukhasana, la posizione del volto di mucca, la variante della braccia di Garudasana (la posizione dell’aquila) usata sia in posizioni in piedi che seduti, e le aperture laterali di stiramento del fianco del corpo.

Apertura del petto

Per riaprirsi a se stessi oltre al lavoro ed alle responsabilità, le posizioni di apertura del petto aiutano proprio a creare uno spazio dove possiamo esprimere noi stessi oltre ciò che ci definisce. L’estate é la stagione della sperimentazione e allora perchè non provare Urdhva Dhanurasana, la posizione del ponte, Ustrasana, la posizione del cammello, Anahatasana, la posizione del chakra del cuore (ottima anche per aprire le spalle). E poi Alasana, Virabhadrasana 1…le possibilità sono infinite per dare luogo alla crescita personale ed apertura agli altri

Inversioni

Quale stagione migliore dell’estate per giocare con le inversioni da provare al parco con amici o in spiaggia. Queste Asana sono ottime per dare carica, per lasciar andare i limiti mentali e sperimentare. Pincha Mayurasana e Adho Mukha Vrshikasana (la verticale) per giocare, provarci ed uscire dal proprio guscio. Se non avete mai provato queste posizioni é sempre meglio chiedere qualche indicazione e suggerimento al vostro insegnante, ma poi ritornate bambini e giocate da soli o in compagnia divertendovi e ridendo come quando eravate bambini. Che senso ha l’estate se non proviamo qualcosa di nuovo e viviamo un po’ più intensamente?

Meditazione

La spiaggia, il parco, la montagna, dentro la metro mentre gli altri sono tutti in vacanza e noi rimaniamo in città a lavorare. Le possibilità sono infinite per prendersi qualche minuto per se stessi, riconnetersi al nostro io e lasciar andare il caos giornaliero. La meditazione é anche un ottimo rimedio per calmare il calore corporeo (ovviamente non praticata a mezzogiorno sotto il sole bollente) e rinfrescare la mente

La pratica estiva ha tutto un altro sapore. Quello del gioco, della sperimentazione, dell’uscire dal guscio e ritrovare fiducia in se stessi. Lo Yoga d’estate é fresco, allegro e piacevole. Mantenere la prativa corta e viva aiuta ad concentrarsi su ciò che si ama davvero, ad essere flessibili nel corpo e nella mente.

Approfittiamo allora per svegliarci presto per godere quelle ore ancora fresche e silenziose. Non é necessaria una pratica intensa, ma ben indirizzata a quello di cui sentiamo più la necessit per ritrovare equilibrio. Il segreto é sempre quello: respirare, respirare e respirare.

Questa estate calmiano la mente e colmiamo la nostra vita.

The following two tabs change content below.
Insegnante di Yoga, massaggiatrice, Terapeuta Reiki e Craneosacrale, viaggiatrice nomade, curiosa della vita e amante dei colori. Pratica ed insegna Vinyasa, Ashtanga e Hatha Yoga. Eterna studente ed perenne entusiasta della vita. Scrive di Yoga, Ayurveda, viaggi e vita. Vive in un'isola dei Caraibi tra la giungla e il mare. La potete contattare all'indirizzo email lilli.caporello@gmail.com e seguire le sue lezioni su Pow How.